Di lui si era persa ogni traccia dal 22 gennaio, quando le forze dell’ordine, eseguendo 31 arresti, hanno inflitto un durissimo colpo al gruppo Luongo, costola del clan Mazzarella-D’Amico, operativo tra Napoli, Portici e San Giorgio a Cremano. Il capopiazza Marco Giunta, 28 anni, si è presentato spontaneamente nel carcere di Secondigliano.