A Somma Vesuviana, a conclusione di una verifica igienico-sanitaria eseguita in uno studio di un fisioterapista, il Nas di Napoli ha accertato che l’attività di riabilitazione fisica veniva espletata in locali privi dei requisiti di abitabilità ed in assenza della presentazione della prevista segnalazione certificata di inizio attività.