I dati di Legambiente evidenziano comunque un miglioramento: le città finite nella lista nera dell’inquinamento sono 9; lo scorso anno erano 13. Le polveri sottili colpiscono soprattutto la provincia di Napoli: il record di sforamenti è per San Vitaliano (115), uno ogni tre giorni; segue Pomigliano D’Arco dove i giorni di superamento sono stati 82; chiude il podio Nocera Inferiore con 72 sforamenti. Le altre città campane fuorilegge sono Casoria con 46 giorni, Aversa con 68 giorni; Volla con 58 sforamenti; Acerra con 64 sforamenti e San Felice Cancello con 46. Per le città capoluogo di provincia, a superare la soglia c’è solo Napoli con 36 giorni di superamento dei limiti di legge.