Mamma di Pompei filmata mentre moriva, riesumato ieri il corpo di Sara  


22671

Sara Aiello stava morendo, ma per otto minuti il marito l’ha filmata senza intervenire o chiamare i soccorsi. Il caso torna a Chi l’ha Visto con alcuni aggiornamenti. La salma è stata riesumata e il marito è indagato insieme ai medici. La giovane madre di Pompei è morta in casa il 3 giugno 2015.  La famiglia della vittima vuole conoscere la verità e si è battuta per evitare l’archiviazione del caso. Solo poche settimane dopo il decesso è venuta a conoscenza del filmato ripreso dal cellulare.



L’agonia della donna si sarebbe consumata proprio davanti agli occhi della figlioletta che nel frattempo veniva tranquillizzata dal padre circa le condizioni della madre: «Mamma sta dormendo, prendi i cuscini». «Ci sono nuove indagini della Procura, ma tra pochi giorni avremmo potuto festeggiare il suo compleanno», dice il fratello in diretta. Il marito è stato raggiunto da un’inviata, ma non ha risposto alle domande. «Stiamo già a cinque anni da questa cosa e il tutto mi ha stressato anche troppo», ha detto ai microfoni della trasmissione.
Sara aveva una malattia congenita, ma secondo la famiglia l’ipotesi più plausibile dietro al decesso sarebbe l’avvelenamento. Il comportamento di Sara nei minuti in cui viene filmata, secondo la tesi dei periti di parte, sarebbe la manifestazione chiara di sintomi di avvelenamento da cianuro di potassio. Nei prossimi mesi verrà eseguita l’autopsia. Per il gip il marito ha filmato Sara senza un minimo di umanità. L’uomo resta indagato per omicidio e omissione di soccorso.

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE


SHARE