C’è una seconda automobile coinvolta nell’incidente mortale della notte di San Silvestro a Poggiomarino. Nel sinistro è morto il 47enne Giuseppe Orbuso, che viaggiava sulla sua Fiat 500X insieme al figlioletto di sei anni. A ricostruire l’accaduto sono i carabinieri che si sono precipitati sul posto per i rilievi. Secondo quanto appreso il secondo veicolo sarebbe spuntato da una via laterale, poi lo scontro che ha fatto ribaltare l’auto della vittima spirata poco dopo l’impatto.

Feriti in maniera lieve anche i due occupanti dell’utilitaria. Ora saranno ascoltati dagli investigatori per chiarire ulteriormente quanto avvenuto ed accertare eventuali responsabilità. Intanto si tira un piccolo sospiro di sollievo per il bambino. Il piccolo non sarebbe infatti in pericolo di vita anche se al Santobono continuano a mantenere il massimo riserbo sulle condizioni cliniche. A salvarlo sarebbe stata la circostanza di essere stato sbalzato dall’abitacolo prima che la Fiat si ribaltasse. Una tragedia enorme per tutta Poggiomarino a cui ora si aggiungono i particolari delle indagini. La salma di Orbuso si trova all’ospedale di Castellammare di Stabia in attesa dell’autopsia.