Blitz anticamorra, 9 arresti: c’è un 47enne di Pomigliano LEGGI TUTTI I NOMI


18185

Otto persone in carcere, una nona ai domiciliari e un’altra al divieto di dimora. Sono i numeri dell’operazione condotta dalla Squadra mobile e diretta dal Pm della Dda, Luigi Landolfi. La custodia cautelare in carcere, per le ipotesi di reato, contestate a vario titolo, di associazione per delinquere di stampo camorristico e associazione per delinquere finalizzata allo spaccio di stupefacenti, è stata disposta dal gip del Tribunale di Napoli Marcello De Chiara per Corrado Sparandeo, 63 anni, Carmine Morelli, 60 anni; Vincenzo Poccetti, 46 anni; Stanislao Sparandeo, 41 anni; Luigi Coviello, 46 anni; Gabriele De Luca, 31 anni; Giovanni Piscopo, 39 anni, tutti di Benevento; Carmine Longobardo, 45 anni, di Cisterna. Ai domiciliari è finito Luigi Giannini, 47 anni, di Pomigliano d’Arco, mentre il divieto di dimora è stato adottato nei confronti di Gerardo Sparandeo, 33 anni, di Benevento. Gli indagati – complessivamente sono 15 – sono difesi, tra gli altri, dagli avvocati Antonio Leone, Gerardo Giorgione e Luca Russo. L’operazione è scattata al termine delle indagini avviate nei primi mesi del 2017 “sulla base – si legge in una nota della Questura – di importanti elementi investigativi raccolti dalla polizia giudiziaria sul controllo sulle attività economiche della zona poste in essere da numerosi affiliati all’associazione criminale facente capo alla famiglia Sparandeo; in particolare, il gruppo criminale imponeva dei pagamenti alle imprese commerciali locali ed era coinvolto nella gestione del traffico di sostanze stupefacenti”.



Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE


SHARE