Bimbo morto nel Vesuviano, giornalista minacciata: «Sappiamo dove abiti»


12946

Minacciata e insultata dopo l’articolo sul decesso di un bambino avvenuto ad Ercolano. A denunciare l’accaduto è il Sindacato unitario giornalisti della Campania. «Ti rammento che abitiamo vicino e le nostre teste sono calde», è una delle frasi inoltrate via chat alla collega del Mattino Francesca Mari. La donna – spiega l’Assostampa – ha continuato invitando la giornalista a farsi i fatti suoi». Il sindacato, è la risposta del Sugc, le sarà accanto in tutte le sedi.



Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE


SHARE