Litiga col nipote, gli spara un colpo di pistola ma non lo colpisce. Così un 51enne residente nella provincia di Vercelli, già noto alle forze dell’ordine, è stato sottoposto a fermo per tentato omicidio. Ad eseguire la misura i carabinieri della sezione operativa della compagnia di Castello di Cisterna. I fatti risalgono all 7 dicembre scorso quando l’arrestato ha discusso animatamente col nipote – un 31enne di Sant’Anastasia – e si è presentato fuori la porta della sua abitazione. Quando l’ha visto ha estratto una pistola e puntandola contro il 31enne ha esploso un colpo: il proiettile non è andato a segno e ha colpito il portone di ingresso.
Il 51enne poi è fuggito sparando altri due colpi in aria. Grazie alle dichiarazioni della vittima e all’analisi delle immagini di videosorveglianzai carabinieri hanno immediatamente individuato e fermato il responsabile. Il fermo è stato convalidato e questa mattina i carabinieri hanno notificato al 51enne un’ordinanza di custodia cautelare ai domiciliari  emessa dal Tribunale di Nola su richiesta della locale Procura. Dovrà rispondere di tentato omicidio.