Sant’Anastasia, imputati truccavano concorsi nel camping a Pompei e si fingevano gay


8631

Emergono novità investigative sul presunto “mercimonio” di concorsi pubblici a Sant’Anastasia che hanno portato all’arresto del sindaco Lello Abete, del dirigente comunale Egizio Lombardi, del consigliere comunale e Pasquale Iorio e di Alessandro Montuori che sarebbe colui che materialmente agiva per mutare gli esiti delle prove concorsuali. Come riportato da Il Mattino di oggi, inoltre, spunta il particolare dello scambio di chiavette usb che sarebbero avvenuti a Pompei all’interno dei bungalow di un camping locale. A vedersi erano Lombardi e Montuori che avrebbero anche pensato ad una scusa qualora fossero stati avvistati da qualcuno. Il loro alibi, la loro scusa sarebbe stato di fingersi gay.



Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE