Incendia casa dopo una lite familiare, catturato un 51enne nel Vesuviano


988

Problemi economici e dissidi familiari sono alla base di un rogo doloso in un appartamento nel napoletano. I carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Torre Annunziata hanno arrestato Carmine Iervolino, 51 anni, gia’ noto alle forze dell’ordine, ritenuto responsabile dell’incendio che nella serata di ieri e’ divampato in una palazzina di via Avallone a Torre Annunziata. Un passante ha notato del fumo provenire da una delle finestre dell’abitazione e ha allertato una pattuglia di passaggio. I carabinieri hanno fatto evacuare lo stabile, avvisando le 25 persone presenti all’interno e consentendo ai vigili del fuoco di intervenire per domare le fiamme. Spento l’incendio, i militari hanno effettuato un sopralluogo nell’abitazione di Iervolino e hanno rinvenuto due bottiglie di plastica, una delle quali ancora piena di liquido infiammabile. Secondo quanto ricostruito, il 51enne, che viveva da solo nell’appartamento dato alle fiamme, aveva pianificato l’incendio.



Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE


SHARE