In America viene considerata “la sensitiva delle star”. Si tratta di Nikki che ha reso pubbliche le sue previsioni per il 2020. Un anno che a suo dire dovrebbe spazzare via non solo Napoli, ma mezza Italia. Insomma, catastrofi su catastrofi a partire ancora una volta dalla paventata eruzione del Vesuviano stavolta prevista appunto da Nikki. Insomma, anche per il 2020 c’è qualche sensitivo da qualche parte del mondo che ha “sognato” il disastro. Intanto, noi tutti, da buoni napoletano, pensiamo sia meglio portarsi avanti con gli scongiuri.

Ma non è tutto: se Nikki infatti da un lato annuncia eventi cruenti di portata globale e morti celebri (Casa Bianca in fiamme, una breve terza guerra mondiale, un orso che ucciderà una star del cinema, l’esondazione del Mississippi, rischi di salute per il Papa), dall’altro non risparmia nel particolare l’Italia. Gli eventi annunciati per il Belpaese non sono propriamente dei più lieti: inondazioni a Venezia con danni per milioni di euro anche agli edifici storici, incendi e rivolte a Roma con danni alla Fontana di Trevi ed un attacco terroristico al Colosseo, e dulcis in fundo a Napoli un fortissimo terremoto e Capri travolta da un’inondazione, senza dimenticare il Vesuvio. E tutto questo dovrebbe accadere in appena 12 mesi.