Era ai domiciliari, ma vendeva botti illegali su Facebook. La task force per il contrasto e la prevenzione contro la pratica dei botti illegali a Capodanno ha preso il via a Torre Annunziata, dove la guardia di finanza, guidata dal capitano Giuliano Ciotta, ha scovato e denunciato un 40enne di Boscoreale, che deteneva in casa 1400 fuochi pirotecnici con una massa di oltre 4 chili.
Le fiamme gialle hanno fatto irruzione in casa del pregiudicato, su cui pendeva già la restrizione domiciliare per maltrattamenti in famiglia. Un’attenta attività di Open Sourcing Intelligence, svolta mediante la raccolta d’informazioni e la consultazione di fonti di pubblico accesso, è servita a comprendere che l’uomo, nonostante fosse ai domiciliari, era intento a vendere botti pubblicando le inserzioni sui social network. E così ieri la guardia di finanza oplontina è entrata in azione, denunciando l’uomo e sequestrando i botti illegali, già pronti per essere immessi sul mercato illecito del web.