Al Club Napoli Poggiomarino il galà azzurro “Parthenope si racconta” con Iezzo e tanti ospiti


575

Emozioni azzurre tra sport, cultura, storia e identità, domani sera – martedì 3 dicembre – dalle ore 20, per “Parthenope si racconta”, il primo Galà Azzurro organizzato dal Club Napoli Poggiomarino “Cu tutt’ ’o core” nella sede di via Alcide De Gasperi, 41, nelle adiacenze della Chiesa di Sant’Antonio di Padova. Ad interagire con il pubblico che affollerà la sede del Club (l’evento è aperto a tutti, non solo ai soci) tanti ospiti illustri: ci sarà Gennaro Iezzo, il portiere del Napoli della scalata dalla C alla A, cui si affiancheranno Alberto Savino, ex difensore azzurro del campionato 2004-2005, Massimo Vignati, ideatore e presidente del Museo dedicato a Diego Armando Maradona, Angelo Forgione, scrittore, giornalista e meridionalista, Alberto Petillo, tifoso identitario, e Massimiliano Verde, Presidente dell’Accademia Napoletana Tutela Lingua e Cultura. Previste le incursioni del giornalista e scrittore Paolo Trapani, di Mariano Rotondo, direttore de Il Fatto Vesuviano, e di Francesco Gravetti, giornalista de Il Mattino, che intervisteranno gli ospiti sul Napoli e su Napoli.



Madrina della serata Cinzia Profita, giornalista di Telecapri. Le telecamere dell’emittente riprenderanno la serata per la realizzazione di servizi che andranno in onda nei prossimi giorni sui vari canali del network. Sarà una serata per fare il punto sull’attuale momento della squadra, ma anche per dare lustro alle eccellenze nei vari campi, dal calcio, alla cultura, all’enogastronomia: saranno esposti cimeli appartenuti a Maradona, per gentile concessione del Museo dedicato a Diego della famiglia Vignati, si discuterà anche dei libri dei giornalisti Trapani e Forgione, ma sono previste anche degustazioni dei vini della Tenuta “Le Lune del Vesuvio”, dello street food della Pizzeria Nanninella, che sarà presente con il suo simpatico Apecar, di stuzzichini a cura di “Mojito Cafè”, e delle torte de “La yogurteria”. A fare gli onori di casa il presidente del Club Napoli Poggiomarino, Salvatore Falanga: “Abbiamo voluto fortemente questo evento, al quale invitiamo tutta la cittadinanza, perché è un modo attraverso cui legare l’attività del Club Napoli al territorio, per riscontri che partano dalla fede e dalla passione calcistica per abbracciare tutte le espressioni in cui si estrinseca la napoletanità. È, tuttavia, la prima di una serie di grandi iniziative che intendiamo realizzare, perché riteniamo che Poggiomarino e i suoi dintorni meritino palcoscenici importanti”.

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE


SHARE