TrasportoUnito al tavolo con il ministro De Micheli: due risultati ottenuti per il settore


374

Martedì all’incontro con il Ministero dei Trasporti con tutte le più importanti Associazioni nazionali di categoria sono stati raggiunti interessanti obiettivi per il settore dell’autotrasporto. All’incontro, per l’Associazione “Trasportounito” c’erano il segretario nazionale, Maurizio Longo, il segretario regionale, Attilio Musella e il vicepresidente di “Trasportounito” di Napoli, Francesco Annunziata. «Due importanti risultati raggiunti nell’incontro con il ministro Paola De Micheli – dice soddisfatto, il vicepresidente Annunziata – uno di metodo e uno di merito. Il Ministro, al quale diamo atto dell’attenzione per i problemi della categoria e per la sensibilità dimostrata in questo incontro e in quello del 15 novembre, si è impegnato a istituire un tavolo permanente per la interlocuzione continua con le nostre Associazioni per monitorare i temi e le questioni maggiormente sul tappeto. Nel merito – aggiunge Francesco Annunziata, vice-presidente di “Tasportounito” Napoli – si sono raggiunte importanti intese su alcune dei temi più scottanti del settore, che saranno oggetto di interventi mirati del Governo».



«Infatti, sulla questione “accise” il Ministro si è impegnato a modificare con un emendamento la norma attualmente proposta in legge di Bilancio per rinviare dal primo marzo al primo ottobre del 2020 e possibilmente fino al primo gennaio 2021 l’eliminazione del rimborso dei 3 euro. Inoltre, sono stati assunti impegni per garantire e implementare la disponibilità di risorse strutturali per il settore autotrasporti, per quello degli investimenti, che nel corso del triennio e fino al 2021 dovrebbero assicurare risorse circa 13 milioni a valere per il 2019, già nel decreto fiscale, e 18 milioni dal fondo investimenti, e sempre dal fondo investimenti 30 milioni per il 2010 e 37 per il 2021. Impegni anche per l’annosa questione della pubblicazione dei costi di riferimento, sui tempi di pagamento delle fatture di trasporto, per l’affidamento della revisione ai privati, sulla questione Ilva, che dovrà essere approfondita a seguito dei risultati dell’incontro tra il Presidente del Consiglio e la proprietà dell’azienda, sulla questione Tirolo e divieti settoriali, nonché l’impegno a esprimere parere favorevole sugli emendamenti a chiarire che gli effetti dell’articolo 4 del decreto fiscale riguardano esclusivamente gli appalti e non i servizi di trasporto».

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE


SHARE