Erano accusati di aver messo in piedi una fiorente attività di spaccio tra l’alto Casertano e l’università La Sapienza di Roma, quattro dei 16 imputati presso il Tribunale di Santa Maria Capua Vetere sono state condannati, mentre tutti gli altri sono stati assolti. Si tratta di: Gaetano Giordano, 49 anni di Pomigliano d’Arco (3 anni e 8 mesi), Vincenzo Frenna, 52enne di Melito (5 anni e 8 mesi), Ferdinando Desiderio e Mariarosaria Palladino, entrambi di Casoria, condannati a 3 anni e 4 mesi di reclusione.