Ottaviano, uccelli di specie protetta trovati in gabbia: denunciato un uomo


582

Dopo alcune segnalazioni anonime pervenute al Comando Carabinieri Forestale Parco di Ottaviano relative a presunta detenzione ed uccellagione di fauna protetta, il personale dell’Arma dei Carabinieri, unitamente alle Guardie Venatorie e Zoofile della Lipu, hanno deciso di operare portandosi presso un’abitazione privata nello stesso comune vesuviano. Arrivati sul posto, dalla strada si notava subito la presenza di 5 gabbiette poste sul muro di un sottoscala di un’abitazione privata dalle quali proveniva il canto dei cardellini (Carduelis Carduelis), specie altamente protetta. Quando avvicinatisi al cancello si notavano anche altre due gabbiette collocate a circa un metro sopra le gabbie contenti i cardellini che in seguito sono risultate gabbie trappole usate probabilmente per la cattura degli stessi, poiché i cardellini posti sotto sequestro, al momento del controllo erano sprovvisti di anello inamovibile e altra documentazione che certificasse l’origine e la provenienza.



Identificato il detentore delle gabbiette, non ha saputo dare spiegazione della provenienza degli uccelli dichiarando altresì che li aveva trovati per terra quando erano ancora piccoli e lui li aveva recuperati ed allevati. A questo punto veniva contestato allo stesso il reato in atto per detenzione di fauna protetta nonché di detenzione di mezzi vietati. Gli agenti e le Guardie della Lipu ponevano sotto sequestro i cardellini e le gabbie denunciando l’uomo a piede libero presso la Procura di Nola. Gli uccelli ritrovati sul luogo sono stati affidati al presidio ospedaliero veterinario di Napoli che se ne prenderà cura e, non appena riabilitati, li reimmetterà nel loro habitat naturale.

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE


SHARE