Home Cronaca Follia nel Vesuviano, si finge poliziotto e ruba in chiesa

Follia nel Vesuviano, si finge poliziotto e ruba in chiesa

Si è spacciato per poliziotto per farsi aprire la porta della sagrestia, intimidendo i presenti. Il malvivente aveva un obiettivo: arraffare soldi e oggetti sacri preziosi per poterli rivendere. È accaduto nel pomeriggio di venerdì a Torre Annunziata nella parrocchia di Santa Teresa di Gesù in piazza Cesaro. Erano quasi le ore 15 quando Raffaele Cirillo, 50 anni, ha bussato con vigore al portoncino di ingresso della sacrestia. Per farsi aprire ha affermato di essere un agente di Polizia. Un giovane collaboratore di monsignor Ciro Esposito gli ha aperto, ma è stato scaraventato a terra dall’energumeno che si è diretto alla sacrestia, ha aperto l’armadietto e ha sottratto alcuni candelabri, paramenti sacri e la cassetta delle elemosine. Il giovane ha però avvertito i carabinieri che hanno catturato immediatamente il malvivente che ieri mattina è stato giudicato per direttissima al tribunale di Torre Annunziata.

Exit mobile version