Case abbattute a Terzigno, il sindaco di Ottaviano si scaglia contro il Parco del Vesuvio


7028

«L’abbattimento delle case a Terzigno è una sconfitta amarissima per lo Stato e le Istituzioni. Nessuno ha tutelato le famiglie truffate, che hanno acquistato una casa senza sapere che fosse abusiva. Questa povera gente ha ricevuto solo promesse, rassicurazioni e pacche sulle spalle. Truffati non una, ma due volte!». A dirlo è il sindaco di Ottaviano, Luca Capasso, che aggiunge: «Le istituzioni la smettano di perdere tempo e si assumano precise responsabilità: rivedere la legge 21 sulla zona rossa e ridefinire i confini del Parco Vesuvio. Queste persone avrebbero potuto chiedere l’istanza in sanatoria se le loro case non fossero state dentro i confini del Parco e se la legge 21 non fosse stata così restrittiva. Ma voi sapete dove stavano le case abbattute? Da lì il Vesuvio nemmeno si vede. O si affronta con concretezza la questione oppure vivremo sempre drammi come questi. Nella zona rossa ci sono più di 40mila richieste di condono, fino a quando vogliamo continuare a prendere in giro i cittadini?».



Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE