Striano, allarme inquinamento nel Sarno: rinvenuti contenitori con potente pesticida


1117

Nell’ambito di un’operazione di controllo, volta alla prevenzione e al contrasto dell’abbandono di rifiuti illegali sul territorio, gli agenti della polizia locale di Striano hanno fatto ieri una spiacevole scoperta. In Via San Valentino in prossimità del ponte adiacente il fiume Sarno, i vigili urbani hanno rinvenuto numerosi sacchi neri contenenti materiale non ancora identificato, ma soprattutto contenitori e taniche di plastica vuoti che contenevano malatione. Si tratta di un potente pesticida impiegato in agricoltura, che se utilizzato in quantità improprie, o ancora peggio, se sversato nei terreni e nella falda acquifera, risulta altamente pericoloso e nocivo per la salute pubblica.



Parliamo purtroppo dell’ennesimo ritrovamento criminale in un territorio – quello dell’agrovesuviano – altamente martoriato dal punto di vista ambientale. Sono solo di pochi giorni fa le notizie del triste primato del Fiume Sarno, quarto corso d’acqua più inquinato d’Europa e dei preoccupanti dati che arrivano dal Registro Regionale dei Tumori per gli anni 2015/2016. Proprio nell’area vesuviana e del nocerino-sarnese si evidenzia un incremento delle patologie cancerogene a carico degli apparati uro-genitale e gastroenterologico. Manca ancora un riscontro oggettivo, ma fa discutere e preoccupa moltissimo la correlazione tra inquinamento del territorio, colture agricole locali e patologie tumorali tra la popolazione residente.

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE


SHARE