Le ruspe erano già entrate in azione, facendo partire lo sbancamento dell’area da 8mila metri quadrati a Somma Vesuviana ed in pieno Parco Nazionale del Vesuvio. Qui sono intervenuti i carabinieri forestali di Ottaviano che hanno fermato i lavori di un supermercato che in quello maxi-spazio intendeva realizzare un vasto parcheggio. Sono stati apposti i sigilli all’area, visto che le opere erano in spregio ai vincoli paesaggistici ed anche pericolose sotto l’aspetto idrogeologico.