Dopo alcune segnalazioni anonime per bracconaggio è stata organizzata un’operazione congiunta con a capo i carabinieri della Forestale di Ottaviano. Dopo aver effettuato moltissimi controlli ai cacciatori nella zona di Somma Vesuviana, il personale intervenuto si è portato sul secondo obiettivo segnalato. Tra la vegetazione veniva chiaramente udito il suono di un Fonofil, un richiamo elettroacustico vietato dalla legge che emetteva il canto del tordo Bottaccio.

A quel punto i carabinieri e le guardie venatorie si avvicinavano al suono senza farsi vedere e arrivati sul posto fermavano due cacciatori che, braccati, avevano anche provato ad allontanarsi dal posto. Ai due, identificati dai militari, dopo tutti gli atti di rito venivano sequestrati due fucili il richiamo vietato e cartucce, mentre per loro venivano spiccate le denunce a piede libero per esercizio di caccia con mezzi vietati alla Procura della Repubblica competente.