Via libri, lavagne e registri. Questa la rivoluzione all’interno dell’Isis “Europa” di Pomigliano d’Arco dove la tecnologia la fa da padrone. I libri sono stati sostituiti da ebook, le lavagne dalle lim e ed i registi dalle app. E non solo. È nato Europa Digital School, il portale per studenti ed insegnanti all’interno del quale sono contenuti strumenti per la didattica, lezioni multimediali e tutto ciò che riguarda il mondo dell’Istituto “Europa”. Tutto in chiave digitale, ovviamente. L’istituto scolastico di Pomigliano d’Arco è pioniere nell’uso degli strumenti tecnologici applicati alla didattica. La svolta tecnologica nasce dalla consapevolezza che la scuola deve vivere nel suo tempo e non può chiudere gli occhi sul mondo che sta cambiando. E così a chi critica l’utilizzo della tecnologia in classe, l’Istituto Europa ha risposto con lezioni in streaming guidate da una regia gestita direttamente dagli alunni perché la tecnologia offre uno stimolo per innovare il metodo d’insegnamento frontale e nozionistico, rendendolo interattivo e sociale. Infatti le risorse digitali di studio possono essere condivise con tutti, abbattendo le barriere di spazio e tempo.

L’impiego della tecnologia a scuola ha anche un ruolo importante nella formazione delle future generazioni. Gli alunni dell’istituto scolastico napoletano maturano una competenza digitale, ovvero la capacità di elaborare delle informazioni, creare nuovi contenuti, comunicare, saper risolvere problemi. Ne sono dimostrazione le lezioni di coding durante le quali si imparano le basi della programmazione informatica e a “dialogare” con il computer, a impartire alla macchina comandi in modo semplice e intuitivo. Il segreto sta tutto nel metodo: poca teoria e tanta pratica. La scuola del futuro è già presente all’Isis “Europa”.