Nel mese di luglio minacciarono con un’arma un uomo e gli sottrassero l’auto e gli effetti personali, lasciandolo a piedi, per poi fuggire con la sua automobile. Ieri mattina, i poliziotti del Commissariato di Portici-Ercolano hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal Gip del Tribunale di Napoli, su richiesta della locale Procura, nei confronti di P.G., 20enne porticese già detenuto, e D.S., 21enne napoletana, poiché gravemente indiziati del reato di rapina aggravata. L’automobilista rimasto vittima dei due ventenni, era stato avvicinato dalla coppia di rapinatori in via Case vecchie ad Ercolano. Pistola in pugno, i due lo avevano spaventato e così si erano fatti consegnare le chiavi dell’automobile e i soldi e qualche oggetto di valore che l’uomo indossava in quel momento. Dopo pochi giorni l’auto era stata ritrovata nel quartiere di San Giovanni a Teduccio e restituita al proprietario. Anche grazie alle indicazioni fornite dalla vittima, è stato possibile individuare i due presunti autori della rapina.