Ragazze e ragazzi miei, mettetevi l’anima in pace. Quest’anno, questo autunno, occorre indossare catene. D’oro. Non importa se vero o no, ma belle massicce: al collo, ai polsi, alle orecchie. Ci siamo capiti?

Ben trovate, care amiche e ben trovati, cari amici! Com’è trascorsa, la settimana? Siete tanti a scrivermi, su instagram direct e ne sono felicissima. La rubrica vi piace, vi regala un sorriso per una piccola pausa in giornata e la cosa mi fa davvero piacere. Vi avevo preannunciato, come sempre, che oggi vi avrei parlato dei “must have” di stagione; argomento scottante, perché sono davvero tante le cose da dirvi. Ho cercato di riassumere il tutto in modo ampio e dettagliato, per consentirvi di consumare le calorie necessarie ad affrontare la seconda parte del pezzo: la ricetta del dolce che mi avete richiesto in tante (sì, erano più donne). Scherzo… Sarò sintetica e precisa, tranquilli. Dieci punti dieci. Catene d’oro a parte (ditemi che non avete mandato a fondere le collanine di battesimo e comunione, ditemelo!), questa è la stagione di:

  1. “Animalier”, del “nuovo animalier”, arricchito da strass e brillantini, possibilmente; presso i punti H&M trovate degli abiti carinissimi e ad un prezzo assolutamente ragionevole;
  2. Borse piccole, possibilmente pochette, possibilmente con tracolla a catena; da Chanel a Dior, per arrivare ad Alviero Rodriguez, che ha realizzato una collezione di borse davvero particolari (correte a vedere sul suo sito – alvierorodriguez.com – giusto per evitare la mutazione in pecora, portando a spasso tutte la stessa Kors);
  3. Cerchietti per capelli, e qui apriamo un capitolo dove potremmo dilungarci fino a Natale 2030, ma vi basti sapere che possedere un cerchietto con perline o strass, basterà a farvi apparire contemporanee, quasi quanto me al Museo di Capodimonte. Ne trovate di carinissimi e sempre ad un prezzo equo, presso i punti vendita Zara e, presso “Tentazioni”, lo shop di Gennaro e Maria (di cui vi parlerò a lungo nei prossimi appuntamenti): si trova a Casoria e potete contattarli anche su instagram (tentazionibijoux);
  4. Ragazze mie, il blazer. Possibilmente pied de poule, o tweed. Possibilmente aderente (sì, dico anche a te, che hai la pancia pronunciata come me. Siamo belle, bellissime, ricordalo!). Anche qui, H&M la fa da padrone, ma anche Bershka e Zara (se potete, però, fate visita ad Ermanno Scervino e non dite che vi ci ho mandate/i io);
  5. Paillettes, pelle e vinile. Le prime, da indossare con nonchalance anche sulle scarpe (poi vi mostrerò i miei stivaletti by Chiara Ferragni e mi direte). A San Giuseppe Vesuviano, in una boutique deliziosa di via Astalonga (For.Me Boutique e Sartoria, cercate anche su instagram) sono arrivate delle maglie fantastiche, che non vedo l’ora di toccare con mano!!! La pelle, poi, vera o no (basta che lasciate stare la mia, fate come vi pare!), è di grande effetto nella gonna midi, a tubino; Bershka ve la propone ad un prezzo che più basso non si può, sebbene sulla qualità non si può, insomma, cioè… Ci siamo capite. Se il vostro conto in banca ve lo consente, però, correte da Stella McCartney e poi mi direte; pelle finta per i leggins Calzedonia che consiglio caldamente (e che adoro), così come quelli in vinile (amo, amo stra-amo); anche le scarpe in vinile vanno che è una gioia (tronchetti e stivaletti, mi raccomando!);
  6. Anfibi. Quelli Dr. Martens che indossavo anche in spiaggia, da ragazzina, con 40 gradi all’ombra. Quelli. Da combattimento, belli tosti, mi raccomando (must have dallo scorso anno). La versione di Chiara Ferragni mi piace assai (Chiara Ferragni Collection,350 euro);
  7. Cappelli. A tesa media, come il Fedora, rigorosamente con nastro o fiocco: in questo caso, come per gli anfibi, continua l’onda 2018; se vi piace il genere, anche il berretto alla marinara è tornato in auge;
  8. Rosso, viola, rosa bouganville. Abbigliamento e mani. Parola d’ordine? Scatenatevi. C’è uno smalto Kiko che credo avrà un successo straordinario (inutile, citarvi i colori di Yves Saint Laurent, o Dior, vero?): malva scuro, di quelli fast dry (euro 2, ci prendiamo gli applausi e ci passa la paura);
  9. Cappotto. Pied de poule, tweed, morbido in cashmere, alpaca, o finta pelliccia. “Ma a me piace il piumino!” – mi direte – “E pigliatevi il piumino, basta che sia rigorosamente oversize, ché altrimenti non avete capito niente di quello che ho scritto finora e finite “off-topic”;
  10. Last, but not least, tra i must have di autunno, inverno (la primavera la salto ché non esiste) ed estate… Il mio mood, il più amato nella vita, il più osannato su instagram, il più adorato di sempre, dalla Pompadour ad oggi: a me, alla vostra Lady. Il “pinkgreen!”. Rosa e tutte le sue sfumature (meglio se accese), + verde e tutte le sue declinazioni, un sorriso sincero et voilà. Il vero “must have”, ragazze mie e ragazzi miei è la vostra Felicità: indossate quella, e non passerete mai “di moda”. Credetemi sulla parola.

Ed ora… Dopo avermela richiesta per mari e per monti… Ricettina dolce!!!

CAPRESE IN-CROSTATA

Per la frolla senza olio
280-300 g di farina 00 ;
100 g di zucchero finissimo;
1 uovo intero;
1 tuorlo;
80 g di olio di semi di girasole;
1 cucchiaino di lievito per dolci;
Semi di una bacca di vaniglia o una bustina di vanillina;
1 pizzico di sale fino
Per la caprese
250 g di mandorle pelate e tritate;

200 g di cioccolato fondente al 60%;

150 g di burro morbido;

250 g di zucchero finissimo;

75 g di cacao amaro;

4 uova;

1 cucchiaio di farina 00

1 cucchiaino di lievito per dolci

In una terrina unite lo zucchero, il pizzico di sale, l’olio, l’uovo intero ed il tuorlo. Mescolate con una forchetta, unite man mano la farina con il lievito fino a quando inizia a formarsi l’impasto. incorporate la restante farina fino ad avere un impasto elastico che non si attacca più alle mani. Avvolgete la frolla ottenuta.

Fondete il cioccolato a bagnomaria aggiungendo un cucchiaio di acqua e far raffreddare. Montate il burro con lo zucchero, unite le uova una alla volta continuando a sbattere, poi incorporate la farina, il cacao, le mandorle tritate, il cioccolato fuso e il lievito. Amalgamate bene con un cucchiaio o una spatola. Stendete i ⅔ della frolla in una tortiera di 26 cm di diametro, lasciando un bordo di circa 3 cm; punzecchiate base e bordi con i rebbi di una forchetta. Versate l’impasto della caprese, livellando per bene. Stendete la frolla tenuta da parte e con un tagliabiscotti ritagliate tanti cuoricini e disponete sulla superficie, sovrapponendoli parzialmente l’uno sull’altro. Cuocete per circa 40-45 minuti nel forno preriscaldato a 180°C.
Fate raffreddare molto bene e poi… Deliziatevi!!!
Vi aspetto sempre qui, tra una settimana (buona domenica!) e poi.. Ogni giorno su Instagram (eliana_iuorio è il mio account), tra post e soprattutto stories!!! Bacionissimi e.. Mi raccomando… Non dimenticatevi di splendere!!!