Sfregio al carabiniere di Somma Vesuviana ucciso: bruciato altarino con foto e fiori


6606

Sfregio alla memoria di Mario Cerciello Rega, il vice brigadiere dei Carabinieri di Somma Vesuviana ucciso nella notte tra il 25 e il 26 luglio a Roma: qualcuno ha dato fuoco alla fotografia del militare dell’Arma e ai fiori deposti in via Pietro Cossa, proprio nel punto in cui il carabiniere è stato ferito mortalmente (per la sua morte, sono indagati i due ragazzi americani Christian Gabriel Natale Hjort e Finningan Lee Elder).



L’episodio si è verificato nella notte tra ieri, giovedì 26 settembre, e oggi, venerdì 27. Secondo quanto riporta il Corriere della Sera, il rogo dell’altarino in memoria di Cerciello Rega potrebbe essere stato ripreso dalle telecamere di sicurezza della zona. Un gesto orribile che arriva pochi giorni dopo il memorial per ricordare Cerciello Rega nella sua Somma Vesuviana ed una manifestazione a Roma per tenere vivo il terribile fatto.

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE