Vessazioni non solo fisiche ma anche di natura psicologica sono state commesse da un 39enne di Palma Campania nei confronti della compagna poco più giovane di lui durante tutti i 7 anni della loro convivenza nel corso dei quali è anche nato il loro figlio. L’uomo, già noto alle forze dell’ordine per detenzione di arma clandestina, rapina, truffa ed oltraggio a pubblico ufficiale e sottoposto alla sorveglianza speciale, rivolgeva alla donna continue minacce e offese oltre ad aggredirla frequentemente. La donna non ha mai sporto una denuncia e ieri si è trovata per l’ennesima volta vittima della furia del compagno. È rimasto coinvolto nella sfuriata anche il loro figlio di 6 anni. La scintilla è scattata in casa, poi la donna ha preso il bimbo e si sono rifugiati dai vicini. È stata una telefonata al 112 a salvarli perché i carabinieri della stazione di Palma Campania sono arrivati lì velocemente ed hanno bloccato l’uomo mentre inveiva e prendeva a pugni e calci la porta dell’abitazione in cui si erano nascoste le vittime. Alla vista dei militari si è persino scagliato contro uno di loro spintonandolo. È stato bloccato e tratto in arresto per maltrattamenti in famiglia e resistenza a pubblico ufficiale e risponderà anche di danneggiamento. adesso è in carcere.