La doverosa premessa è che per ora non ci sono ancora conferme ufficiali. Tuttavia, da un paio di giorni si accavallano voci di segnalazioni di automobilisti che avrebbero raccontato di aver visto alcuni ragazzini distesi a terra vicino alla carreggiata, anche se per fortuna a debita distanza. Il fatto si sarebbe verificato in via Monsignor Castaldi, a Boscoreale, e non è purtroppo una novità. Segnalazioni nei giorni scorsi erano giunte dall’area flegrea e dal Salernitano: si chiama “Planking challenge” ed è l’ultima, pericolosissima sfida estrema partorita dalla demenza che corre sui social. Gruppi di ragazzini si sfidano in atti di “coraggio” che consistono nel distendersi nelle ore notturne nel mezzo di una carreggiata poco trafficata (nella foto), in attesa del veicolo in transito per poi alzarsi il più tardi possibile per evitare di essere travolti. Una prova estrema che ha fatto registrare già i primi episodi in Campania e adesso pare che sia arrivata anche nell’area vesuviana. Per fortuna, le segnalazioni giunte da Boscoreale descrivono i ragazzini distesi non nel mezzo della carreggiata ma ai lati. Tuttavia la nuova “moda” rischia di dilagare tra i giovanissimi un po’ com’era accaduto con il “Samara Challenge”, quando molti giovani sono andati in strada travestiti con i panni della bambina fantasma dell’horror “The Ring”, divertendosi a spaventare i passanti. In qualche caso qualche bontempone si è trovato di fronte alla reazione violenza delle proprie “vittime” e per poco non è finita male. Ma con il “Planking challenge” si rischia la vita.