Sfruttava la rete elettrica dell’impianto d’illuminazione pubblica mediante un allaccio abusivo. E con questo marchingegno – non autorizzato – rubava la corrente elettrica. La truffa all’Enel da parte di D. M., 40enne titolare di un bar in via della Fortuna, a Torre Annunziata, è pari a 15mila euro. L’uomo è stato arrestato e condotto agli arresti domiciliari in attesa di giudizio per direttissima. Malafronte risulta, peraltro, già noto alle forze dell’ordine. I carabinieri della sezione radiomobile di Torre Annunziata, ì coordinati dal maresciallo maggiore, Antonio Russo, hanno scoperto la truffa lunedì scorso. Malafronte è ritenuto sorpreso in flagranza di reato. A riportare la notizia è il quotidiano Roma oggi in edicola. I militari dell’Arma, hanno condotto le indagini e gli accertamenti in collaborazione con i tecnici dell’Enel che hanno immediatamente notato l’allaccio abusivo alla rete elettrica della pubblica illuminazione. Il marchingegno era composto da un meccanismo di fili di rame collegati direttamente alla distribuzione comunale. Grazie all’ausilio dei periti è stato poi accertato il prelievo illecito di energia. D. M. dovrà quindi rispondere del reato di truffa.