Rissa nel Vesuviano tra fruttivendoli: un accoltellato in gravi condizioni


2101

Un ferito all’addome ricoverato in chirurgia d’urgenza. Quattro venditori di frutta e verdura sono stati denunciati per rissa aggravata con lesioni. Sull’episodio, accaduto nel primo pomeriggio di ieri a San Giorgio a Cremano, indagano gli agenti della polizia di Stato del locale commissariato. Secondo quanto emerso da una prima ricostruzione dei fatti, due fratelli titolari di un negozio di ortofrutta avrebbero avuto una discussione legata a motivi di vendita con due ambulanti, padre e figlio, presenti con un Apecar in una strada a pochi metri di distanza dal loro esercizio commerciale. Dopo aver invitato senza esito padre e figlio ad andare via, i due sono tornati a bordo di scooter con intenzioni ben più bellicose per far valere le proprie ragioni. Uno dei due fratelli, il 39enne, avrebbe colpito con un casco il braccio del ragazzo ambulante procurandogli contusioni guaribili in tre giorni. Questi, a sua volta, avrebbe preso una mazza da baseball dall’Apecar colpendolo con forza ma per fortuna senza conseguenze serie. Nel litigio è intervenuto anche il fratello di 30 anni anch’egli titolare dell’esercizio che avrebbe malmenato con calci e pugni il padre del ragazzo, facendolo cadere al suolo. Ma questi, una volta rialzatosi, lo ha ferito a un fianco con un temperino. Al momento il 30enne è ricoverato nel reparto di chirurgia d’urgenza all’Ospedale del Mare di Napoli. Le sue condizioni sono critiche ma il giovane non sarebbe in pericolo di vita. La prognosi resta per il momento riservata.



Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE


SHARE