La procura di Roma ha firmato il decreto di convalida di perquisizione e sequestro nei confronti dei due americani che lo scorso 25 luglio hanno ucciso il vicebrigadiere di Somma Vesuviana, Mario Cerciello Rega. Le accuse nei confronti dei giovani Finnegan Lee Elder e Gabriel Christian Natale Hjorth sono di omicidio volontario, tentata estorsione, porto ingiustificato di armi, lesioni, resistenza a pubblico ufficiale. C’è dunque l’omicidio volontario che se confermato in sede di giudizio alzerebbe di molto le pene, eventualmente comminate, a carico dei ragazzi dei quali uno due ha ammesso il delitto dicendo però di non sapere di trovarsi davanti ad un carabiniere, e che ha agito per timore di essere strangolato. Al momento resta questo il punto più importante della vicenda, un elemento su cui probabilmente i difensori dei due americano lavoreranno molto.