Carabiniere ucciso, il referto: colpito con ferocia al petto, allo stomaco ed ai fianchi


1507

Ripetute coltellate sia al fianco destro che a quello sinistro e un colpo più profondo inferto da dietro che ha raggiunto il vicebrigadiere Mario Cerciello Rega allo stomaco. È quanto emerso dal preliminare dell’autopsia sul corpo del carabiniere raggiunto da 11 coltellate inferte da Elder Finnegan Lee, armato di un coltello di 18 centimetri. A breve le conclusioni del medico legale che ha eseguito l’autopsia arriveranno a piazzale Clodio.



Intanto saranno acquisiti dai pm di piazzale Clodio, che indagano sull’omicidio di all’omicidio del vicebrigadiere Mario Cerciello Rega, i tabulati telefonici dei due giovani americani in carcere Christian Gabriel Natale Hjort, di Finnegan Lee Elder, dei due carabinieri intervenuti, di Sergio Brugiatelli, l’uomo che ha avvisato i carabinieri nella tra il 25 e il 26 luglio scorso per denunciare di aver subito il furto dello zaino da parte dei due diciannovenni e del pusher di Trastevere. L’acquisizione servirà agli inquirenti a  ricostruire la vicenda sin dall’inizio, dal primo contatto a Trastevere fino al delitto a pochi passi da piazza Cavour.

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE