Spaccio al Piano Napoli: ECCO I NOMI DEI 15 ARRESTATI. La droga diventava “il caffè”


3886

I Padovani vendevano «quasi esclusivamente cocaina, sempre con le stesse modalità e a prezzo fisso di 20 euro a dose». Il giudice tratteggia così i profili di Giovanni e Umberto Padovani, con quest’ultimo praticamente incensurato ma ugualmente ritenuto “esperto” nella gestione della piazza di spaccio del Piano Napoli di Boscoreale. Tra i tanti elementi raccolti dagli investigatori ed evidenziati dal Procuratore Pierpaolo Filippelli «emerge inoltre che i pusher utilizzavano un linguaggio cifrato a telefono per definire quantità e qualità dello stupefacente che doveva essere ceduto». «Vieni ci possiamo prendere un caffè e porti un caffè», è uno dei messaggi apparentemente senza senso ricevuto da uno dei numeri di telefono utilizzati dai Padovani.



ECCO I NOMI DEI 15 ARRESTATI. In carcere: Umberto Padovani di Boscoreale, 24 anni; Giovanni Padovani di Boscoreale, 28 anni; Salvatore Russo di Boscoreale, 39 anni; Giuseppe Borriello di Boscoreale, 45 anni; Gennaro Riccio di Boscoreale, 31 anni; Ivan Ranieri di Boscoreale, 34 anni; Gennaro Padovano di Boscoreale, 30 anni; Luigi Pecoraro di Pompei, 43 anni; Giuseppe Faraco di Giugliano, 28 anni; Raimondo Caso di Scafati, 42 anni; Cesare Barbarito di Scafati, 34 anni. Ai domiciliari: Giuseppe Buono di Boscoreale, 45 anni; Gaetano Padovani di Boscoreale, 23 anni; Gennaro Rapuano di Napoli, 25 anni, ed il cugino omonimo di 21 anni sempre di Napoli.

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE