Sant’Anastasia, l’assessore in strada per controllare la raccolta differenziata


654

La presenza costante sul territorio, gli interventi immediati ad ogni segnalazione, la tolleranza zero sono, tra gli altri, i metodi attraverso i quali l’Amministrazione e per essa l’assessore Alfonso Di Fraia intende dare impulso alla raccolta differenziata ed azzerare i comportamenti scorretti, mentre è aperto il dialogo con gli enti sovracomunali per affrontare l’emergenza dello scarico del secco indifferenziato e quella dell’umido che potrebbe arrivare con la programmata chiusura dell’impianto di Acerra. In paese restano sotto osservazione, in particolare, circa 12 punti in cui ancora si registrano depositi illeciti di rifiuti, di buste contenenti di tutto, di ingombranti, nonché i fenomeni del mancato rispetto dei giorni e degli orari – dalle 20,00 alle 04:00 – stabiliti per la raccolta porta a porta. Le multe, che regolarmente vanno a sanzionare chi commette le infrazioni, da sole non bastano ed è in programma a settembre il potenziamento del nucleo ecologico della Polizia Municipale ed un nuovo bando per reperire altri ispettori ambientali.



«Scendere in campo personalmente, prescindendo dall’emergenza rifiuti che, purtroppo, dobbiamo affrontare, è una scelta motivata: la cittadinanza merita e deve percepire la vicinanza concreta dell’Amministrazione. È così che intendo svolgere il mio ruolo, rimboccandomi le maniche ed essere sul territorio per contrastare gli illeciti, il mancato rispetto della natura e dell’ambiente. Siamo impegnati – dice l’assessore Alfonso Di Fraia – ad affrontare l’emergenza derivante dalla difficoltà di conferire il secco e l’umido, unitamente agli Enti sovracomunali. E siamo impegnati in paese, con particolare riguardo a quelle zone in cui alcuni cittadini sembrano ignari delle norme sulla differenziata e delle disposizioni sugli orari di deposito dei rifiuti porta a porta. Non è affatto corretto e nei confronti di chi sbaglia avremo tolleranza zero! Recentemente, ad esempio, abbiamo fatto un intervento radicale in piazza del Lavoro. Ebbene dopo poche ore già c’erano sacchetti depositati illegalmente. Sono intervenuto con le guardie ambientali e la polizia municipale siamo riusciti a risalire agli autori ed a multarli, come multiamo tutti i casi di deposito illecito che scopriamo. Ma è necessaria una maggiore coscienza civile ed una collaborazione responsabile da parte di tutti».

«Ritengo necessario più che mai differenziare bene, differenziare quanto più possibile, come abbiamo più volte esortato tutti cittadini a fare. Una buonissima parte dei cittadini ha risposto all’appello e collabora fattivamente, ma c’è una percentuale che non risponde ancora e continua in maniera illecita il deposito di rifiuti sul territorio. Non è più accettabile – dice il Sindaco Lello Abete – un comportamento incivile, specie in questo periodo in cui siamo in emergenza rifiuti e facciamo di tutto per rimanere al di fuori della crisi. Cerchiamo di non far peggiorare la situazione, mediante la polizia municipale e le guardie ambientali saremo attivi sul territorio, quindi di nuovo invito tutti a differenziare bene, invito chi ancora non lo fa a rispettare le regole, perché siamo un paese civile e, insieme, possiamo tutelare l’ambiente intorno a noi».

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE


SHARE