Poggiomarino, la comandante dei vigili assolta anche dalla seconda accusa di mobbing


1268

Niente mobbing nel comando di polizia municipale di Poggiomarino. La comandante Rita Bonagura è stata assolta anche nel secondo procedimento, dopo il primo successo giudiziario ottenuto poco più di un mese fa sempre con i medesimi capi d’imputazione. Insomma, i due vigili non hanno subito alcun tipo di vessazione così come sentenziato dal giudice del lavoro del tribunale di Torre Annunziata. Lampanti gli esempi posti in essere dal collegio giudicante, che nelle motivazioni ha scritto tra le altre cose che «non emerge, al contrario di quanto sostenuto dal lavoratore, la volontà prevaricatrice e denigratoria da parte del Responsabile del Corpo di Polizia Municipale nei confronti dell’agente ricorrente, ma solo la richiesta a quest’ultimo ad eseguire le contravvenzioni stradali alle auto in sosta vietata presenti sul posto». Diversi gli episodi citati, ma secondo il tribunale non hanno alcun carattere rilevante dal punto di vista delle accuse mosse alla comandante Bonagura. Imputazioni da cui, dunque, la responsabile del Corpo di Poggiomarino è stata completamente assolta grazie alla difesa dei legali, gli avvocati Ippolito Matrone e Giovanni Alfieri, i quali sono riusciti a dimostrare la totale estraneità ai fatti da parte della loro assistita.



Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE