Poggiomarino, è caos sulla stazione telefonica di Fornillo: sospese le opere


1512

Monitorare le onde radio che si libereranno a seguito dei lavori di ampliamento e potenziamento della stazione di telefonia radiomobile situata in via Passanti Flocco, in località Fornillo. È questo quanto chiedono i residenti del posto per essere sicuri che la novità non sia deleteria per la loro salute. E lo chiede anche, con un’interrogazione scritta rivolta al sindaco Leo Annunziata, al presidente del consiglio comunale Gerardo Aliberti e al segretario generale del Comune, il consigliere Roberto Raffaele Giugliano, che nel documento ufficiale ha anche chiesto di sapere se «i lavori comportino una implementazione del segnale radio e in che misura e se le restanti stazioni di telefonia mobile ubicate in territorio comunale siano oggetto di monitoraggio periodico». In caso di risposta positiva, poi, Giugliano vuol sapere quando questo monitoraggio è effettuato, da chi e con quali risultati. «Noi al Fornillo abbiamo già numerosi problemi, dalle esondazioni della vasca all’abbandono indiscriminato di rifiuti, per non parlare della necessità di manutenzione ordinaria e straordinaria dell’area, eppure, anziché portare migliorie per consentirci di vivere meglio, permettono l’installazione di gigantesche antenne, che certo costituiscono un’ulteriore preoccupazione per la nostra salute» ha detto un residente dell’area periferica del comune vesuviano.



La notizia è stata accolta con criticità anche dalla minoranza consiliare, che con il consigliere Maurizio Falanga ha commentato: «Leggiamo di un risvegliato interesse per le antenne di telefonia mobile. Non crediamo sia preoccupazione di questa amministrazione, avendo la stessa anche negato la pericolosità delle relative emissioni. Eravamo nel settembre 2017». Intanto anche l’Amministrazione comunale è intervenuta sulla vicenda, facendo sapere che al momento i lavori sono stati sospesi per ulteriori verifiche. Ma contemporaneamente vengono mostrati dati risalenti al 2017 in cui i valori sarebbero del tutto entro la media. Si tratta di una vicenda che certamente farà ancora molto discutere.

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE


SHARE