Piazza Mercato ricorda il vigilante di Ottaviano ucciso a 10 anni dalla morte


1915

A dieci anni dall’uccisione, Piazza Mercato ricorda Gaetano Montanino, il vigilantes ammazzato mentre tentava di difendere la sua pistola dai delinquenti che volevano rubargliela. Sabato 3 agosto,  ci sarà una giornata dedicata alla vittima innocente. Alle 10.30, presso la biblioteca Annalisa Durante, a Forcella, un momento commemorativo con la figlia Veronica, la moglie Lucia di Mauro e lo scrittore Paolo Miggiano. Alle 16.30 presso la sededell’Asso. Gio. Ca. in piazza Mercato 100, si firmerà un protocollo d’intesa con l’associazione “Trentunonovembre”; infine, alle 18, celebrazione eucaristica presieduta da don Tonino Palmese, vicario episcopale per la Carità della diocesi di Napoli e presidente della Fondazione Polis con ilCoordinamento dei familiari delle vittime innocenti della criminalità.



“Sono passati dieci anni. Dieci anni senza di te e senza una risposta di fronte a una morte ingiusta, assurda. Quel telefono che suona in piena notte, quell’auto che mi viene a prendere per portarmi da te che, come sempre, uscivi da casa orgoglioso e fiero di indossare la divisa, di servire lo Stato e la tua città – ricorda Lucila, la moglie di Montanino.  Speravo che fosse un incubo e pregavo di potermi svegliare al più presto. Non è stato
e non è facile andare avanti , combattere contro i muri dell’indifferenza e la miopia delle istituzioni. Spesso cadiamo fino a toccare il fondo e, aiutandoci a vicenda, cerchiamo ogni volta di rialzarci, di combattere, di portare ovunque il tuo esempio”.

Ed è proprio questo il significato della commemorazione di sabato “ricordare ai giovani di questo territorio quale è la strada da percorrere – aggiunge Gianfranco Wurzburger, presidente di Asso gio.ca., – l’unica possibile, quella tracciata da Montanino: servire la giustizia, a costo anche dalla propria vita. A dieci anni dalla sua morte continuiamo a ricordarlo e a proporlo come unico esempio possibile in un territorio che ha bisogno di rinascere, nel segno della legalità”.

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE


SHARE