Palma Campania, “orco” violentava una ragazzina: condannato a 12 anni


4006

Condannato a 12 anni di carcere in primo grado di giudizio. È la sentenza emessa oggi a carico di D.M., 53enne di Palma Campania accusato di avere a più riprese violentato una ragazzina che all’epoca dei fatti aveva appena 13 anni. In alcuni casi “l’orco” aveva anche usato un coltello per minacciare ed abusare della sua giovanissima vittima. La condanna è stata anche più pesante della richiesta del pm, che nella requisitoria aveva invocato 11 anni e mezzo. I giudici hanno dunque tenuto conto di quanto affermato dai legali della parte offesa, rappresentata dall’avvocato Francesco Morande del Foro di Napoli, il quale aveva invocato una pena più aspra. Le indagini erano scaturite da una confidenza raccolta dai militari della Compagnia di Nola durante un servizio perlustrativo e che avevano consentito di delineare un grave, univoco e concordante quadro indiziario a carico della persona indagata, ritenuta responsabile di aver commesso dal 2015 al 2016 atti di violenza sessuale aggravata ai danni della minore. L’avvocato Morande commenta: «Per questi reati è difficile affermare, con serenità, che giustizia è stata fatta. Nonostante l’irrogazione da parte del Tribunale di una pena severa, bisogna tener presente che reati del genere oltre che incidente sulla sfera sessuale, “violentano” l’anima e la psiche delle vittime. Spero solo che Annalisa (nome di fantasia ndr) possa riprendere, quanto prima, in mano la sua vita e lasciarsi alle spalle quei riprovevoli episodi di cui è rimasta vittima».



Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE