Universiadi, nuovo campo da rugby inaugurato a Boscotrecase


560

«Il commissario tecnico della nostra nazionale mi ha detto che è tra i più bei campi da rugby d’Italia. Quello di Boscotrecase (Napoli) è poi tra i primi impianti finiti che consegniamo nell’ambito dei 67 cantieri aperti per le Universiade per complessivi, con opere pubbliche appaltate per 160 milioni di euro». A presentare l’opera consegnata oggi nell’ambito dei lavori per Napoli 2019 è il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, intervenuto questa mattina al taglio del nastro del campo da rugby a sette per le Universiadi a Boscotrecase alla presenza dei giocatori che compongono la nazionale azzurra.



L’impianto verrà utilizzato, insieme al Moccia Stadium di Afragola e al Pacevecchia Stadium di Benevento, per gli allenamenti delle nazionali impegnate nelle Universiadi campane. Tra i presenti tra gli altri il commissario Straordinario per l’Universiade, Gianluca Basile; il presidente della Federazione italiana rugby, Alfredo Gavazzi; il presidente del Coni regionale, Sergio Roncelli; il consigliere regionale Mario Casillo; il sindaco di Boscotrecase, Pietro Carotenuto; il presidente dell’Amatori Torre del Greco, la società che gestirà l’impianto una volta conclusi i giochi universitari, Pasquale De Dilectis.

«L’Universiade – ha proseguito il governatore De Luca – è stato un investimento enorme per la Regione: 270 milioni di euro, e abbiamo finanziato da soli quest’evento. Abbiamo chiuso in tre anni tutta la fase di preparazione e in un anno i lavori legati alle strutture. Le Universiadi sono un grande scambio di civiltà: fare incontrare i giovani di 130 Paesi, alcuni dei quali tra di loro in guerra mentre i loro studenti universitari vengono qui a fare sport. Uno scambio di umanità, cultura, coscienza. Questa manifestazione servirà a promuovere Napoli e la Campania e sarà un volano di sviluppo per turismo, ristorazione, per gli alberghi. Abbiamo un duplice obiettivo: rappresentare nel mondo l’immagine di Napoli e con Napoli rappresentare l’Italia nel mondo».

Soddisfazione anche nelle parole del commissario di Napoli 2019, Gianluca Basile: «Questo è un altro giorno importante. Oramai i lavori sono conclusi quasi dappertutto. Oggi è un momento di festa con chi poi utilizzerà quest’impianto. Per il rugby abbiamo realizzato campi dedicati, come richiesto dalla federazione, in erba artificiale e quindi con impatto manutentivo ridotto. Un piccolo patrimonio utile a far crescere il movimento sportivo». Dello stesso avviso anche il presidente della federazione rugby Gavazzi: «L’Universiade a Napoli è molto importante e al contempo ci permette di ampliare la nostra presenza sui campi e creare nuove opportunità di aggregazione. Napoli è sempre stata importante per il rugby e la creazione di questo e di altri tre campi non faranno altro che rafforzare questa tradizione».

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE