Ad ogni raccolta fondi spuntano loro: gli sciacalli. Sta succedendo anche con Gianfranco Sangiovanni, il papà 32enne di Poggiomarino affetto da una rara forma tumorale per cui tutta la città, ed oltre, sta rispondendo con affetto e tanta dedizione per consentirgli quella cura sperimentale in America. Insomma, secondo quanto appreso, ci sarebbero persone che stanno girando tra le case chiedendo soldi per conto della famiglia, ma chiaramente sono truffatori non autorizzati da nessuno.

A lanciare l’allarme, ieri sera, è stato il Comitato Festa di Sant’Antonio Da Padova dal palco della manifestazione patronale: «Non date soldi a chi gira porta a porta per Gianfranco, sono sciacalli. Sono stati segnalati casi addirittura a Terzigno, oltre che a Poggiomarino». La raccolta fondi ufficiale è quella sui social oltre ai punti sparsi nei negozi poggiomarinesi, dunque i familiari non stanno facendo girare nessuno tra le strade. Intanto, nella notte, il povero Gianfranco è stato ricoverato per una crisi epatica. La moglie ha annunciato su Facebook la volontà di sospendere momentaneamente il crowfunding, anche se è ancora possibile donare.