Home Notizie San Giuseppe Vesuviano, ricorso Tari: il Comune si costituisce contro i cittadini

San Giuseppe Vesuviano, ricorso Tari: il Comune si costituisce contro i cittadini

La casa comunale di Piazza Elena d’Aosta si è costituita al Tar contro il ricorso sull’aumento della Tari, la Tariffa sui rifiuti i cui rincari tanto stanno facendo discutere in città. Il Tribunale Amministrativo Regionale ha da tempo fissato per domani la prima udienza sulla vicenda che da settimane tiene banco a San Giuseppe Vesuviano. La novità delle ultime ore è che il Comune si è costituito al Tar dopo che la giunta comunale guidata dal sindaco Vincenzo Catapano ha affidato l’incarico legale di difesa dell’Ente. «Il Comune di San Giuseppe si è costituito al Tar per mantenere in vigore il mostruoso e immotivato aumento della tassa sui rifiuti. E questo i cittadini devono tenerlo ben presente perché l’avvocato è stato nominato dalla giunta. Un milione e mezzo di euro che la maggioranza vorrebbe far cacciare in più dai sangiuseppesi, a nostro avviso, in aperta violazione del D.Lgs. 158/99, non avendo in alcun modo motivato, nel piano economico-finanziario, l’esorbitante aumento della tassa dei rifiuti, le cui bollette guarda caso sono pervenute solo ad avvenute elezioni europee» ha detto Antonio Agostino Ambrosio, già sindaco del comune vesuviano e ora consigliere di minoranza, uno degli autori del ricorso al Tar, insieme ad altri suoi concittadini, contro la Tari aumentata. Sul fronte opposto il primo cittadino sangiuseppese nelle scorse ore è tornato a spiegare le ragioni sue e della sua squadra di governo locale. «Abbiamo garantito alle utenze domestiche una tariffa tra le più basse, se non la più bassa, dell’intera provincia di Napoli, prevedendo riduzioni ed esenzioni per le fasce deboli. Abbiamo garantito alle utenze non domestiche la possibilità di accedere alle riduzioni, se in possesso di regolare contratto di smaltimento dei rifiuti speciali e relative fatture di pagamento. Nei limiti di discrezionalità che la legge ci ha consentito, abbiamo compiuto scelte restando dalla parte dei cittadini, in particolar modo di quelli con più difficoltà, ed abbiamo tutelato le imprese ed il commercio, pur mantenendo chiaro un principio: chi smaltisce i rifiuti regolarmente è premiato» ha detto Catapano.

Posting....
Exit mobile version