La linea Napoli-Pompei-Poggiomarino quasi del tutto cancellata per ‘”rafforzare” la tratta più frequentata dai turisti, la Napoli-Sorrento. È la rivoluzione annunciata dall’ente autonomo Volturno e che in via sperimentale interesserà solo domenica prossima, 23 giugno, il servizio Circumvesuviana. Ad annunciarlo è il presidente di Eav, Umberto De Gregorio, dopo una riunione programmatica svoltasi oggi in Regione alla presenza del presidente della commissione Trasporti Luca Cascone. «A titolo sperimentale – sottolinea attraverso una nota De Gregorio – domenica 23 giugno, per arginare i fenomeni di affollamento viaggiatori e gli atti vandalici sui treni della linea Napoli-Sorrento, verificatisi in particolare nel corso delle ultime settimane, ed in considerazione delle contingenti difficoltà in termini di disponibilità di materiale rotabile nonchè di personale viaggiante, Eav ha disposto – a titolo sperimentale per la sola giornata di domenica 23 giugno 2019 – una serie di misure tese ad evitare disagi ed eccessivo affollamento che determini rischi alla sicurezza dei viaggiatori sulla Napoli-Sorrento, che presenta uno straordinario picco di domanda di trasporto in queste giornate festive». La principale misura riguarda la soppressione del servizio ferroviario Napoli-Pompei-Poggiomarino ad eccezione delle prime tre corse del mattino con partenza da Poggiomarino (5.57, 6.27 e 7.04) e le ultime tre da Napoli vs Poggiomarino (18.54, 19.25 e 19.55).

«Tali soppressioni – prosegue il presidente di Eav – consentiranno di recuperare sei ETR e alcuni turni di personale viaggiante e macchina, fondamentali in questo momento ad assicurare una migliore regolarità e puntualità richiesta sulla linea Napoli-Sorrento». Il servizio di trasporto pubblico sulla direttrice Napoli-Poggiomarino verrà comunque assicurato dalle corse esercite lungo la tratta Napoli-Torre Annunziata della linea Napoli-Sorrento ogni 30’ e da un servizio automobilistico sostitutivo cadenzato tra Torre Annunziata e Poggiomarino. Previsto anche un programma di esercizio con corse a fermate alternate, limitatamente alla fascia oraria indicativa 9-15 in direzione Sorrento. «Le corse ferroviarie della linea Napoli-Sorrento con partenza alle ore 9.09, 10.09, 11.09, 12.09 e 13.09 – prosegue Umberto De Gregorio – non effettueranno servizio viaggiatori nelle località di Via Gianturco, San Giovanni a Teduccio, Barra e Santa Maria del Pozzo, alternandosi alle corse ferroviarie con alle ore 9.39, 10,39, 11.39, 12.39 e 14.09 che, invece, non effettueranno servizio viaggiatori nelle località di Torre Annunziata Oplonti e Via Nocera». Nelle stazioni di Sorrento e di Napoli Porta Nolana verranno inoltre istituite squadrette “bordi sensibili” per intervenire tempestivamente in caso di danni a bordo. «Inoltre – conclude il responsabile dell’ente autonomo Volturno – abbiamo incrementato il servizio di security. Avremo squadre di controlleria in dieci stazioni, guardie giurate anche armate e cinofile. Confidiamo che le azioni messe in campo, allorchè a titolo sperimentale, possano dare una risposta concreta agli incresciosi episodi di vandalismo, sovraffollamento e malessere che si sono verificati recentemente sulle linee vesuviane Eav. Se tutto questo dovesse risultare ancora insufficiente, stiamo valutando, per gravi motivi di sicurezza e di ordine pubblico, sempre in via sperimentale, dispositivi più drastici. Naturalmente abbiamo anche varato un piano straordinario di manutenzione del materiale rotabile gomma e ferro. Il primo treno revampizzato verrà immesso in servizio a fine mese».