Secondo il contratto a tempo indeterminato non avrebbero potuto svolgere il doppio perché ordinari dell’Università Vanvitelli. A tirare fuori la notizia è il Mattino: si tratta di 7 docenti a cui la Guardia di Finanza ha chiesto rimborsi di qualche centinaio di migliaia di euro, anche se sarà la Corte dei Conti ad avere l’ultima parola. Tra i “prof” anche l’ingegnere di Sant’Anastasia, Luigi Mollo, mentre gli altri sono, così come riportato da Il Mattino: Dino Musmarra, di Napoli, Alessandro Mandolini, nato a Roma ma residente nel capoluogo partenopeo e Luigi Guerriero, irpino d’origine trapiantato a Napoli, l’architetto Cherubino Gambardella, all’ingegnere sardo residente a Roma Efisio Pitzalis e all’architetto milanese Luca Molinari. Per quanto riguarda l’ingegnere anastasiano si parla di consulenze da circa 250mila euro, tutte chiaramente legittime, ma che secondo le Fiamme Gialle, non avrebbe potuto accettare.