Pompei, basta turisti furbetti: arriva il recupero crediti che li raggiungerà all’estero


2574

Basta con i turisti che fanno gli “gnorri”: parcheggiano senza pagare il grattino o addirittura violano le basilari norme stradali, forti della loro difficile reperibilità in caso di multe da pagare. Il Comune di Pompei passa all’attacco: vuole che le leggi le rispettino tutti. E guai a chi sgarra. Con una recente determina della Polizia Locale, così come riportato dal quotidiano “Roma” oggi in edicola, l’amministrazione cittadina guidata dal sindaco Pietro Amitrano, darà mandato a una ditta di “recupero” crediti diandare a “scovare” fino all’estero i turisti furbetti.



La determinazione firmata dal dirigente Gaetano Petrocelli specifica: “Affidamento in outsourcing per la gestione, la notifica, recupero crediti internazionale e ingiunzioni fiscali di sanzioni per violazioni al Codice della Strada di cittadini stranieri residenti all’estero”. L’affidamento del servizio avverrà in forma diretta perché non ci sono state altre aziende che hanno presentato la propria candidatura ad espletare il compito richiesto. Ma, nel frattempo, il danno erariale derivante dalla mancata riscossione dei verbali di accertamento nei confronti di trasgressori residenti all’estero continuava a lievitare. E da qui l’urgenza di trovare una soluzione. La ricerca dell’azienda avverrà attraverso il Mercato elettronico della P.A. (Mepa) di Consip Spa. E l’affidamento durerà due anni con un compenso previsto di 20mila euro che sarà assicurato dagli introiti che la stessa azienda affidataria riuscirà a garantire all’amministrazione cittadina.

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE