Comunali a Striano, Del Giudice al veleno: «Voto di scambio con bollette e finti posti di lavoro»


1047

Lo aveva denunciato già qualche settimana fa, è ritornato sull’ argomento ieri sera con un breve video messaggio. Antonio Del Giudice, candidato a sindaco con la lista Striano Prima di Tutto alle elezioni comunali di domenica 26 maggio a Striano, denuncia pubblicamente un possibile fenomeno di “voto di scambio” in paese. «Da alcuni giorni si sta verificando a Striano un fatto gravissimo e dal quale invito i cittadini, in particolar modo i giovani, a stare in guardia – dice Del Giudice – Alcuni candidati di altre liste, stanno girando per le abitazioni del paese, chiedendo palesemente il voto in cambio di posti di lavoro in aziende e cooperative. Vi assicuro che è solo una presa in giro, che offende la dignità dei giovani strianesi e delle loro famiglie». Secondo Del Giudice qualcuno si sarebbe spinto a chiedere il voto in cambio del pagamento di una utenza telefonica o elettrica, o di un sacchetto della spesa. Non ci sono al momento, a parte le dichiarazioni spontanee del candidato, prove documentali di quello che – se fosse ravvisato – si configurerebbe come un vero e proprio reato. Non si escludono sviluppi della vicenda a pochi giorni dalla tornata elettorale, che sta assumendo purtroppo di giorno in giorno, dei connotati cupi e avvelenati.



Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE


SHARE