Il Castello Mediceo di Ottaviano, (ex roccaforte di Raffaele Cutolo, capo della Nuova camorra organizzata) il 3 e 4 maggio ospita la nuova edizione di “Teatro Deconfiscato”, rassegna di teatro civile ideata dal drammaturgo e regista Giovanni Meola, prodotta da Virus Teatrali, in collaborazione con l’Ente Parco Nazionale del Vesuvio e con il patrocinio del Comune di Ottaviano. Il Castello Mediceo, già del Principe Lancellotti, dopo il sequestro e la confisca definitiva da parte dello Stato ed un’importante opera di restauro, dal 1995 è stato affidato al Comune ed è sede dell’Ente Parco Nazionale del Vesuvio. Gli eventi si svolgeranno nella sala conferenze intitolata a Gaetano Montanino, cittadino ottavianese, guardia giurata uccisa il 4 agosto del 2009 in piazza Mercato a Napoli. Il primo incontro sarà alle 10.30 con il direttore artistico ed il giudice Francesco Cananzi, gip presso il Tribunale di Napoli e già componente del Csm; ospiti della mattinata saranno gli studenti dell’Istituto Professionale Alberghiero di stato “De’ Medici” di Ottaviano; l’indomani con gli studenti del Liceo Classico Diaz di Ottaviano, gli ospiti saranno Franco Roberti (ex procuratore nazionale antimafia) e Vincenzo Imperatore. In rassegna gli spettacoli serali (ore 20,45) “L’Ibrido” di e con Giuseppe De Vincentis e Noemi Coppola e in chiusura “Io So e Ho Le Prove”, liberamente tratto dal libro di Imperatore, di e con Meola e Daniela Esposito.