Il presepe pasquale di Aldo Vucai in esposizione presso la Basilica di San Lorenzo Maggiore


298

Chi ha visitato Napoli anche una sola volta nella vita sa bene che via San Gregorio Armeno è un vero e proprio punto di riferimento per quel che riguarda l’artigianato partenopeo.



In questa centrale via cittadina si possono ammirare tante diverse creazioni, su tutte i celebri personaggi del presepe napoletano, di cui è possibile trovare numerosi esempi nell’e-commerce Holyart.

L’idea di Aldo Vucai: un presepe pasquale

Proprio un artigiano che ha una bottega in questa zona di Napoli, Aldo Vucai, ha avuto un’idea molto intrigante, ovvero quella di realizzare una sorta di presepe pasquale: a differenza del tradizionale presepe natalizio, infatti, questa rappresentazione si propone di raccontare passione, morte e resurrezione di Cristo.

Il presepe pasquale di Aldo Vucai è attualmente esposto presso la bottega di quest’artigiano e sta suscitando non poca curiosità tra i sempre numerosi passanti, è dunque molto interessante fare il punto su come è stato realizzato, su come è stato inteso.

Presepe realizzato su una radica di olivo proveniente dall’Abruzzo

L’idea di Vucai era quella di realizzare un presepe su una radica di olivo: è cosa nota il fatto che l’olivo sia uno dei simboli della Santa Pasqua, di conseguenza un elemento come questo sarebbe stato la miglior scelta possibile per un inedito presepe pasquale.

Grazie ad una pura coincidenza, Vucai è venuto a sapere che una coppia abruzzese di sua conoscenza era in possesso di una bellissima radica di olivo risalente a ben 400 anni fa, la quale si è messa a disposizione.

Il trasporto di quest’elemento naturale non è stato semplice per via delle sue grandi dimensioni, basti pensare infatti che il suo peso ammonta a circa 60 Kg, tuttavia grazie ad una scrupolosa organizzazione è stato eseguito in modo impeccabile.

L’oggetto, opportunamente imballato in Abruzzo, è stato trasportato a Napoli tramite un bus; non appena giunto a destinazione, Vucai si è subito prodigato per prepararlo in modo ottimale eseguendo specifici trattamenti a base di olio d’oliva grazie a cui le sue superfici hanno recuperato lucidità e luminosità.

La progettazione artistica del presepe

Terminate queste operazioni preliminari l’artigiano napoletano ha potuto concentrarsi sugli step “artistici” della sua creazione, cercando di ideare delle rappresentazioni quanto più coerenti possibili con la “storia” che voleva raccontare: ovvero come detto quella che ha riguardato Cristo fino alla sua resurrezione.

I riferimenti alla vita di Cristo sono davvero innumerevoli, come ad esempio il miracolo della resurrezione di Lazzaro e l’Ultima Cena.

Presepe in esposizione presso la Basilica di San Lorenzo Maggiore nei giorni pasquali

L’opera di Vucai, durante i giorni pasquali, verrà trasferita la vicina Basilica di San Lorenzo Maggiore, in modo che possa essere ammirata in tutta la sua bellezza anche dai fedeli che si recheranno in chiesa.

Al termine dell’esposizione presso questa basilica napoletana, il presepe pasquale di Vucai verrà spedito a Pescara, in Abruzzo: anche questa regione d’altronde, sulla base di quanto detto in precedenza, merita di poter godere appieno di questa creazione così “sui generis”.

Per chiunque si trovasse a Napoli nei giorni di Pasqua, dunque, può essere sicuramente un ottimo consiglio quello di far tappa presso la Basilica di San Lorenzo Maggiore per poter ammirare di persona questo speciale presepe.

Al di là di questo, ci si chiede se quest’idea di Aldo Vucai possa avere un qualche seguito e possa magari stimolare altri artigiani a rappresentare la Pasqua tramite dei presepi.

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE


SHARE