«Mi hanno riferito che fu Macario Mariniello ad uccidere l’avvocato Barbarulo». Lo ha detto ai giudici Biagio Archetti, pentito del clan ascoltato due giorni fa in Corte d’Assise sul caso del delitto di Girogio Barbarulo. Dunque, un delitto che sarebbe ascrivibile alla costola agrosalernitana della Nco di Raffaele Cutolo, di cui proprio Mariniello era considerato uno dei capi. Chiaramente le dichiarazioni di Archetti sono ancora tutte da verificare.