Agguato davanti al cimitero di Brusciano, il fioraio è morto dopo un mese di agonia


2154

Era stato gravemente ferito all’esterno del cimitero di Brusciano, ed è morto ieri dopo un mese agonia. Si tratta del fioraio 44enne Fortunato De Longis, conosciuto da tutti come Francuccio. Troppo gravi le ferite riportate e nonostante abbia lottato, è spirato all’ospedale Cardarelli dove era stato portato dopo essere stato colpito da alcuni proiettili. Il raid era stato portato a termine il 24 marzo.



L’agguato si consumò al termine di un funerale: secondo quanto appreso ci sarebbe stato un litigio, poi sul posto era arrivato qualcuno che esplose i colpi. In passato De Longis aveva anche denunciato il racket del clan che pretendeva soldi anche dal venditore di fiori e lumini. I carabinieri continuano a dare la caccia a quelli che oggi sono a tutti gli effetti i killer del 44enne.

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE