«Non c’è stato alcun intento fraudolento nella condotta della Ucm Sportsweare, titolare del marchio Cotton & Silk, l’azienda nei confronti della quale la guardia di finanza ha effettuato un sequestro di merce. Lo precisa, in una nota, il suo difensore, l’avvocato Maurizio Capozzo del foro di Napoli. L’azienda ha sede legale a San Giuseppe Vesuviano ed è presente tra l’altro anche nei centri commerciali di Nola e Pompei come di grossa parte d’Italia.

La società, sottolinea il legale, è parte lesa nella truffa, rispetto alla quale ha avviato tutte le azioni presso le autorità straniere e nazionali atte a tutelare il suo buon nome e quello del marchio di vendita». Il sequestro riguarda un lotto prodotto in Bangladesh e acquistato dall’azienda italiana attraverso una società di brokeraggio. «Tutti i rapporti commerciali con la società bengalese sono stati interrotti», precisa ancora l’avvocato Capozzo. L’azienda, sottolinea, «ha dato ampia e incondizionata collaborazione nelle indagini, fornendo ogni elemento utile alla ricostruzione del rapporto di fornitura e assicurando la compiuta identificazione del soggetto produttore». Il sequestro, conclude il legale, riguarda alcune «giacenze di magazzino, pari a circa tremila pezzi, per un totale di circa 50mila euro.