Traffico europeo di armi da guerra, in Campania. Sono 19 le persone fermate, tra cui un 58enne di Terzigno, D. B. L’indagine è al momento top secret ed è stata eseguita dalla Dda. Nelle notti scorse, in tal senso, sono stati sentiti elicotteri volare a bassa quota proprio nell’area vesuviana, ed il motivo era proprio questo blitz in corso. Si tratta di un’organizzazione mafiosa impegnata nell’importazione di armi da guerra.

Nello specifico, quattordici pistole, un mitragliatore, kalashnikov e dieci scatole di colpi calibro 7,65. Stando alle indagini, nel gruppo è stata individuata una persona che avrebbe trattato con alcuni stranieri per l’acquisto delle armi. I contatti porterebbero all’Austria, dove altre due persone avrebbero procacciato gli arsenali destinati ai clan di Torre Annunziata, Napoli ed Ercolano, fino a quelli della Nrangheta calabrese.